A Cassegliano di San Pier d’Isonzo, in provincia di Gorizia, in corrispondenza di un vecchio guado sul fiume Isonzo, c’è questo manufatto. La lapide è quasi illeggibile, si riescono a decifrare Alvise IV Mocenigo, ovvero il terz’ultimo doge, un altro Mocenigo, un Contarini, una «magnificentia» e l’inizio di una data MDCC….

Potrebbe trattarsi di un cippo confinario tra la repubblica e l’impero? Oppure?